L’associazione “Arci Confusioni” ricorda il 25 aprile

0

IMG-20130425-WA0000

Iniziativa interessante quella dei giovani dell’ “Arci Confusioni”, che in occasione dell’anniversario della liberazione d’Italia hanno organizzato due giornate dedite alla memoria e all’esaltazione di tale ricorrenza.

Mercoledì 24 aprile, il numeroso gruppo di giovani ragazzi palmesi, ha incontrato gli alunni del primo circolo didattico. Questi, dopo aver spiegato i motivi per i quali si ricorda la liberazione, hanno ascoltato i pareri dei bambini a riguardo.I piccoli studenti della scuola elementare di Via Municipio, poi, hanno lanciato i loro pensieri, scritti su carta, all’interno di palloncini, che si sono dispersi nell’aria.

“Vedere quei bambini tanto interessati sulla questione, è stata una vera e propria soddisfazione”; queste le parole del presidente dell’associazione Biagio Carrella, dichiaratosi molto soddisfatto del lavoro svolto.

Giovedì 25 aprile, invece, si è avuto un incontro al teatro comunale. Incontro che ha avuto un discreto successo, vista l’affluenza di pubblico e il perfetto mix creato dai componenti dell’associazione.

Ad aprire la serata è stao un video realizzato da Andrea Rega, il quale ha raccolto i pareri del popolo palmese riguardo la Resistenza. E non sono mancati, poi, interventi da parte di personalità importanti, del paese e non.

Sì, perché oltre al contributo del professore Gerardo Santella, impeccabile e carismatico come sempre, ha avuto modo di intervenire Kaled Al Zeer, presidente della comunità palestinese campana, che attraverso un discorso toccante, ha paragonato la resistenza palestinese a quella italiana.

A chiudere la serata, poi, un bel monologo di Carmine Ingenito, che ha ironizzato sulla questione, prendendosi gli applausi convinti del pubblico presente

 


SHARE