America’s cup: giornalisti stranieri ospiti a Villa Buonanno

26

589_Vesuvio_31_agosto_2004

Il sole, il mare e il Vesuvio. Se Napoli per il secondo anno consecutivo mostrerà al mondo, grazie all’’America’s Cup, il golfo di Parthenope in una settimana che si preannuncia assolata e quindi in perfetto napolitan style, la provincia non vuole essere da meno e inserisce nel “pacchetto” di chi arriva in Campania anche la silhouette del Somma-Vesuvio, di sicuro il profilo più famoso di Napoli.

Una fetta della Coppa America sotto il Vesuvio. A portarcela, il Relais Villa Buonanno che ha ospitato ieri una delegazione di giornalisti stranieri che saranno impegnati a partire da oggi nel seguire le regate che stanno calamitando centinaia di migliaia di persone sul Lungomare partenopeo.

Il Relais Villa Buonanno di Cercola è risultato essere l’unica struttura della provincia di Napoli nella lista degli hotel proposti dall’Acn per coinvolgere anche i luoghi più rappresentativi di Napoli, ovvero quelli che si incastonano nell’area protetta del Parco Nazionale del Vesuvio, negli itinerari raccomandati in concomitanza con gli impegni lavorativi e di svago per chi è arrivato in Campania in questi giorni per seguire l’America’s Cup.

Frutto della perfetta sinergia venutasi a creare tra l’equipe che gestisce Villa Buonanno, guidata dall’imprenditrice Laura Greco, e dal commissario straordinario Antonio Scozzese al governo della città di Cercola, l’obiettivo è stato centrato: aprire all’America’s Cup le porte del Parco Nazionale del Vesuvio.

“Basta l’ordinaria amministrazione per ottenere risultati soddisfacenti, come dimostra quanto fatto in questi giorni: l’amore per queste terre e la professionalità pagano: la dimora settecentesca di Cercola è aperta al pubblico solo dal 2011 eppure già ai vertici delle strutture ricettive campane, è riuscita a dare un ottimo esempio di come la provincia possa prendere parte ai grandi eventi passando dalla porta principale”.

“Sono stato estremamente contento di partecipare unitamente ai giornalisti convenuti dal nord Europa e dagli Usa per l’America’s Cup all’evento conclusivo della loro giornata qui nel Parco Nazionale del Vesuvio e condividere le loro emozioni. In particolare mi ha fatto estremamente piacere ascoltare i complimenti che hanno rivolto all’accoglienza e all’ospitalità ricevute ed ho apprezzato molto l’impegno profuso dai collaboratori del Comune che si sono adoperati per rendere possibile questo momento così importante per la città di Cercola che mi fregio di rappresentare proprio in questa fase”, ha commentato il commissario Scozzese.

Il Relais ha ospitato giornalisti, fotoreporters e bloggers provenienti dalla Gran Bretagna, dallo Stato di Washington e dall’Austria. Gli ospiti sono stati accompagnati in un’escursione sul Vesuvio, e poi in visita alle Cantine Sorrentino di Boscotrecase dove sono state loro mostrate le coltivazioni di uva Falanghina e Lacryma Christi. Nel pomeriggio la delegazione di reporters è stata invece impegnata in una visita guidata presso gli Scavi di Pompei.

“L’ospitalità che abbiamo riscontrato in questi giorni non ha paragoni: il Vesuvio e la sua gente, questa splendida struttura che ci ha ospitato, hanno costituito un caloroso abbraccio dal quale sarà difficile sciogliersi”, ha commentato Helga Negl del Salzkammergut Rundblick a nome anche degli altri colleghi.


SHARE