Inaugurata la nuova scuola dell’infanzia “Tortorelle”

7

inaugurazione tortorelle

Si è tenuta stamattina, baciata dalla luce di un caldo sole primaverile, la cerimonia d’inaugurazione della nuova scuola dell’infanzia “Tortorelle”, cui hanno partecipato i rappresentanti dell’amministrazione comunale, il parroco p. Aldo D’Andria, il comandante della stazione dei Carabinieri Andrea Manzo, la dirigente scolastica Maria Luisa Ferraro insieme a docenti, alunni e molti cittadini.
Riqualificata la parte già esistente e aggiunta un’ala completamente nuova, la struttura era già stata resa fruibile ai bambini lo scorso settembre (http://bit.ly/15vppRY), ciononostante i lavori di completamento e rifinitura sono andati avanti in questi mesi senza intralciare le attività didattiche. Il progetto, approvato e finanziato dal Comune lo scorso maggio, prevedeva una nuova distribuzione degli spazi, degli impianti, degli infissi, dei pavimenti ed un nuovo corpo di fabbrica per i servizi igienici, oltre che la messa a norma dell’intera struttura.
L’istituto può ora definirsi d’avanguardia e si distingue per la varietà dei colori utilizzati, scelta cromatica molto apprezzata dai bambini e già collaudata per il plesso scolastico di via Giovanni Iervolino.
La dirigente scolastica ha ringraziato il sindaco Annunziata per aver mantenuto l’impegno di ristrutturare il plesso scolastico, sottolineando di aver trovato negli amministratori “degli interlocutori sempre disponibili. Grazie a loro i bambini sono finalmente in condizione di frequentare le lezioni in una scuola bella e funzionale”.
Soddisfatto anche il sindaco, che dopo i ringraziamenti di rito ha voluto rimarcare ancora una volta l’impegno della sua amministrazione a favore del mondo della scuola e della cultura, senza per questo cullarsi sugli allori. “Abbiamo fatto il nostro dovere per ottenere questo risultato ma non ci fermeremo qui. Ci sono anche altri plessi che necessitano di interventi, e continueremo a portare avanti con entusiasmo i progetti per il miglioramento delle scuole del territorio”.


SHARE