A proposito di sedicenti dottori

7

Mentre mi approssimo al Caffè Letterario intuisco subito che la dissertazione settimanale con Grillo avverrà in una insolita cornice: butto là il mio Buongiorno Grillo! e realizzo immediatamente che la geografia dei luoghi è stravolta. I tavolini nell’angolo che di solito occupiamo sono stati accostati, agghindati e imbellettati, sono pieni di leccornie e materiali per produzione industriale di lipidi smaltibili solo con ripetute sedute in palestra monitorate dal più crudele dei trainer disponibili nel circondario… la mia mimica facciale deve aver scosso dalla concentrazione il mio che era intento a scartare un sigaro… già, un sigaro! il che, per un vecchio fumatore pentito come Grillo è fatto che conforta il mio intuito: non è e non sarà la solita domenica mattina… forse che Grillo voglia farsi perdonare la settimana sabbatica che si è concesso?

… è un Cohiba Robustos Lina, cubano, fatto a mano …124 millimetri e poco più di undici grammi e mezzo del miglior veleno che una coppia di polmoni possa bramare! Andrea te ne può dare conferma.

Andrea annuisce e sottolinea l‘affermazione roteando lentamente la mano destra col palmo quasi rivolto verso l’alto.

… e… di un po’, cosa si dovrebbe festeggiare qui con tutto questo ben di Dio?

…fai un po’ tu, io comincio con sto piccolo babà e il mio primo tiro al Cohiba è per Massimo Marino De Caro ex direttore della biblioteca Girolamini…

…mmhm …cosa mi sfugge sulla questione ?

…ti sfugge che ieri si è celebrato il processo col rito abbreviato e si è beccato una pena di sette anni di reclusione e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici per il saccheggio della biblioteca dei Girolamini… gli è andata di lusso, l‘accusa aveva chiesto dieci anni… i compari sconteranno pene dai due anni e otto mesi ai cinque anni e quattro mesi…

…hai capito il sedicente principe di Lampedusa!

…e non è finita… il 26 marzo prossimo comincerà l’udienza preliminare al termine della quale il gip deciderà sul rinvio a giudizio del De Caro e di altri 13 imputati per il reato di associazione a delinquere…

…stai tossendo… non ti farà male sta robaccia ancorché cubana?

No, no Lina, e che pensavo alla fatto che il gip Egle Pilla ha stabilito una  provvisionale di 10mila euro in favore del Comune di Napoli che si è costituito parte civile… mi pare una miseria!

… tempi bui per il sedicente dottore!

…a proposito di sedicenti dottori, un altro tiro me lo gusto in onore di Guido Crosetto e di Oscar Giannino!

Grillo, su Giannino l’istinto mi suggerisce di non accanirsi, di apprezzare le dimissioni a metà, cioè da presidente ma non da candidato, perché di questi tempi sono già una gran cosa. Che sarà mai una laurea inventata o un’altra laurea di fantasia. Quanto al millantato master alla scuola degli economisti di Chicago, il non averlo conseguito è un titolo di merito…

… questo è certo, soprattutto se penso che razza di genìa erano quei ceffi nipotini di Milton Friedman…. comprendo la tua vena ironica e sarei tentato di essere meno intransigente…

Grillo, ma che hai contro i liberisti dell’Illinois?

…mmh… nulla di personale… è che ho amici cileni che vorrebbero farci una chiacchierata!?!

…e allora cosa c’è che non ti va giù sul caso Giannino?

C’è che farsi smentire da Mago Zurlì per una vantata partecipazione allo Zecchino d’Oro mai avvenuta è troppo per chiunque… mmh… lo sai… per chi come noi tenta di cimentarsi umilmente sui fatti di cronaca il timore è quello di scoprire che qualcuno come Pasquale Iorio pubblichi notizie che noi non abbiamo… insomma di prendere quello che il buon Pasquale definirebbe il buco e questo ci obbliga a portarci avanti col lavoro…

…e, allora Grillo, portiamoci avanti…

…d’accordo! Tu dammi una mano. Allora comincio col dire che non è vero che Giannino assistette all’omicidio Kennedy, non è il supertestimone della commissione Warren e il tipo vestito come il nonno in quei fotogrammi sgranati di Dallas non era lui… quello era, appunto, mio nonno…

…e diciamo pure che non abbiamo trovato sue tracce nelle formazioni di Inter, Milan e grande Torino e che non ha realizzato una tripletta alla Juventus giocando da portiere…

…se è per questo va anche detto che non ha mai ricevuto il Nobel per la chimica nel 92’ per aver messo a punto il processo di trasformazione dell’Aglianico in idrocarburi…

…non è stata la controfigura del sergente Garcia a Hollywood negli anni cinquanta e non ha interpretato la domestica di colore in Via col Vento…

…e, visto che ci siamo, diciamola tutta: non è il terzo uomo sulla Luna… alla NASA non ne sanno nulla… ci deve essere andato con i suoi mezzi…

…dovremmo approfondire chiedendo all’economista Zingales che ha un bel macchinone!

…Lina, dobbiamo anche confessare che non siamo riusciti a controllare tutto, per cui accettiamo con beneficio d’inventario alcuni punti della sua biografia in via di stesura: massaggiatore di George Foreman nel Rumble in the Giungle, l’evento che ha sancito l’ingresso nell’olimpo degli immortali di Mohammed Alì, negoziatore segreto con Matteo Boe ai tempi del rapimento di Farouk Kassam,  guerrigliero ceceno e…… dannazione, può essere che sia tutto vero, lo scopriranno sicuramente colleghi più bravi di noi. Peccato.

…Torniamo seri Grillo che il tuo Cohiba Robustos o come diavolo si chiama si sposa benissimo con un Havana Club per brindare a quanti nell’Europa dei privatizzatori raccolgono milioni di firme per l’acqua pubblica, ai sociologi ed economisti che in Germania promuovono l’idea di una vasta riduzione dell’orario di lavoro, agli istituti di statistica che in Francia e in Italia cominciano ad affiancare al Pil indicatori di benessere e indici di qualità, a quelli che a Parigi hanno partecipato alla prima grande manifestazione antinucleare francese… a papa Francesco che sembra più attratto dalla povertà che dallo IOR…

… se è per questo lo gusto con più piacere pensando al fatto che la Commissione e il Parlamento europei hanno definito un accordo per limitare il bonus dei dirigenti delle banche per un importo pari e non superiore al loro reddito annuo… per non dire che del piacere che provo alla notizia che la Svizzera, che non è esattamente un paese rivoluzionario, ha dato agli azionisti degli istituti finanziari il diritto di decidere sulle retribuzioni e bonus dei suoi dirigenti… Sai che presto ci sarà un altro referendum per limitare stipendi e bonus dei dirigenti di altre società collegate a tutti i settori, in modo che non superino quindici volte lo stipendio medio dei suoi dipendenti?

…ma tu pensa se l’idea si estendesse a macchia d’olio dal Ticino in giù…

…Lina, se ciò avvenisse qualcuno chiederebbe in prestito il macchinone a Zingales…

…già, e non devo neanche tirare ad indovinare chi è… immagino già la faccia di Marchionne & Co… per questo mi delizierò con quel piccolo babà farcito… con buona pace dei trainer crudeli!

Vignette-Giannino-Master-Twitter-1


SHARE