Real Terzigno, tre punti per rinascere

4

real terzigno

Dopo una sconfitta e due pareggi, i rossoneri del Real Terzigno, ritornano, con non poche difficoltà a vincere la gara contro la Virtus Afragola Soccer mantendo invariato il distacco dalla capolista Rea Romano.

I rossoneri nella gara giocata ieri al V. Pozzo di Boscoreale, hanno sofferto tanto contro la squadra afragolese, anche se priva di numerosi elementi, a mio giudizio fondamentali per il team rossonero. I ragazzi cari al presidente Giordano, hanno espresso un calcio molto mediocre affidandosi spesso a lanci lunghi per il veloce Carillo. Veniamo alla cronaca. La gara parte bene per la squadra di casa con diversi affondi e conclusioni di Avino e Carillo e grazie proprio a un fallo commesso su quest’ultimo che la squadra di casa si porta in vantaggio.

Il bomber rossonero, infatti, calciava magistralmente un calcio di punizione e insaccava alle spalle dell’incolpevole Tramontano. Nel secondo tempo la squadra ospite impensieriva più volte il portiere rossonero Nappo, e al 55° l’arbitro D’Onofrio della sezione di Napoli decretava la massima punizione per fallo di mano di Ambrosio. Dagli 11 metri si presentava Flauto che spiazzava Nappo, ma spediva la palla sul palo e sul seguirsi dell’azione Castaldo spediva la sfera alle stelle. Da questo momento la squadra di casa non era presente, latitava, subiva notevolmente la manovra ospite, infatti, giungeva al pareggio su classico contropiede firmato da Tutino.

Più volte ancora la squadra locale subiva la pressione ospite. Il trainer locale inseriva nella mischia Ferraro, unico centrocampista a giocare sempre la palla, a proporsi, vero leader, era l’unico che si è assunto la responsabilità di cercare il dialogo con i compagni, e dopo l’espulsione di Carotenuto, ha retto benissimo da solo il centrocampo rossonero. Il vantaggio rossonero arrivava su calcio d’angolo, battuto da Annunziata, a dieci minuti dal termine con Franzese Gianluca che facendosi scudo con il fisico in mezza rovesciata regalava i tre punti alla sua squadra. Nei minuti finali la squadra di casa gestiva il vantaggio e portava, sudando, i tre punti a casa. Il presidente Giordano a fine gara dichiarava che le speranze per il campionato non sono perse e sabato prossima giocheremo in casa della capolista con la speranza di uscire indenni, gli fa eco il direttore generale Bianco, che spera di recuperare tutti gli infortunati e di presentarsi con la squadra al completo al cospetto della capolista.


SHARE