Il Napoli inciampa ancora, la Juve scappa

0

C_3_Media_1586612_immagine_ts673_400

 

Non si riesce più a vincere. Come con la Samp, il Napoli si fa ingabbiare dall’Udinese e porta via solo un punto dal Friuli. Ancora più sconfortante è il dato riguardante le reti realizzate: la squadra di Mazzarri non segna da ben quattro partite (comprese le due di Europa League), un ulteriore prova del periodo di scarsa forma della squadra.

Il primo tempo stenta a decollare, con gli azzurri che in realtà provano a spingere, ma vedono mancare la spinta degli uomini migliori; Hamsik è impreciso, Cavani non sta mai in area. L’unica vera occasione capita alla mezz’ora, quando Armero, alla sua migliore prova con il Napoli, scatta sulla fascia e mette un pallone invitante, al quale Hamsik non riesce ad imprimere la giusta forza per battere Padelli. Ci sarebbe anche un episodio molto dubbio in area dell’Udinese, su cui l’arbitro Damato sorvola.

Nella ripresa Mazzarri scuote i suoi; inserisce Pandev per Inler, ammonito, e un po’ fuori fase. L’Udinese si difende in maniera ordinata e rifiuta anche ad attaccare. Il Napoli ci prova ma gli spazi sono davvero pochi. La difesa friuliana si può scardinare solo grazie ad un’azione corale, come quella che vede protagonisti Cavani, Insigne e Hamsik, ma lo slovacco spreca di sinistro, confermando di non essere in serata.

Un’altra ghiottissima occasione capita a Cavani, che si trova troppo avanti rispetto al pallone servitogli (male) da Armero, dopo una bella galoppata sulla sinistra. La partita finisce con il Napoli che ci prova, ma non sarà mai più pericoloso. Troppo poco per una squadra che vuole vincere lo scudetto. La svolta, adesso, potrà essere data solo con il big match di venerdì sera: Napoli-Juve, non bisogna aggiungere altro.


SHARE