Forum dei Giovani, presentati i 18 candidati al direttivo

0

forum
Un iter lungo un anno che questa mattina si è concretizzato nella presentazione dei diciotto candidati al direttivo del costituendo Forum dei Giovani di Pollena Trocchia.
Dalla nascita di un giornale, alla organizzazione di eventi che valorizzino il territorio e soddisfino le esigenze dei ragazzi, ai temi dell’educazione sessuale a quelli della prevenzione delle stragi del sabato sera, passando per la legalità, il difficile approccio col mondo del lavoro ed il sociale: il Forum è già in vita e vista la preparazione e il grande entusiasmo dimostrato dai candidati prenderà presto forma e assumerà un ruolo ben definito.
Ad accogliere i ragazzi una sala consiliare stracolma all’interno della quale il sindaco Francesco Pinto ha presentato nel corso di una conferenza stampa i diciotto candidati che sabato e domenica saranno impegnati nelle consultazioni elettorali per la formazione del direttivo. “Questa grande partecipazione è la prova che perseverare nel lavoro per la costituzione del Forum dei Giovani è stata una scelta giusta”, ha dichiarato il primo cittadino. “Una votazione unanime da parte del Consiglio Comunale e l’appoggio incondizionato della maggioranza che mi sostiene sono stati i presupposti fondamentali per arrivare a questo importantissimo giorno. Si gettano le basi di un organismo che mai prima d’ora c’era stato a Pollena Trocchia e le linee guida che dovranno essere seguite dalle amministrazioni future nei confronti del Forum e quindi delle Politiche giovanili in genere”. “Ringrazio tutti loro, e in particolare il nostro capogruppo in Consiglio, Pasquale Fiorillo, che ha lavorato intensamente per l’obiettivo Forum”.
Fiorillo, che è anche il più giovane consigliere in carica, è apparso a sua volta entusiasta. “Questo è un giorno importantissimo per la nostra città: per la prima volta abbiamo un Forum dei Giovani, uno strumento fondamentale per l’aggregazione e per la partecipazione, un organismo che consentirà ai ragazzi di contribuire alla vita amministrativa e sociale e alla crescita della nostra comunità”, ha commentato Pasquale Fiorillo. Il regolamento approvato in Assise prevede infatti che il Consiglio Comunale si riunisca in seduta ad hoc almeno una volta l’anno per discutere delle attività del Forum e dei progetti, ma anche che il Bilancio, e in particolare la voce dedicata alle Politiche giovanili, venga sottoposto al parere del direttivo. “Ciò renderà i ragazzi consapevoli del funzionamento della macchina istituzionale e darà loro una straordinaria occasione di crescita”, ha detto il sindaco Pinto.
Le operazioni di voto si terranno sabato e domenica (9 e 10 febbraio 2013) dalle 9 alle 13, e dalle 16 alle 20, nei seggi appositamente allestiti presso l’aula consiliare Falcone-Borsellino, in corso Umberto I. Possono votare tutti i ragazzi residenti a Pollena Trocchia di età compresa tra i 16 e i 35 anni e ciascun elettore avrà la possibilità di esprimere due preferenze senza differenza di genere. Il direttivo, una volta costituito, eleggerà presidente, vicepresidente e segretario. Presto, inoltre, l’amministrazione comunale assegnerà al Forum dei Giovani una sua sede. “Ritengo che il Forum inciderà profondamente e positivamente sulla vita della nostra società: i ragazzi aspettavano da anni questo strumento che oggi le istituzioni hanno loro consegnato.
Tutti i candidati si sono dimostrati preparati e motivati e sono sicuro che saranno all’altezza del compito cui saranno chiamati”, ha detto ancora il sindaco. Nel porgere i propri auguri a tutti i candidati, Pinto si è detto “sicuro che i giovani sapranno vincere la sfida, impegnativa ma esaltante, di dare per la prima volta sostanza al Forum dei Giovani di Pollena Trocchia”.
Di seguito i nomi di tutti i candidati:
Gennaro Addato, Francesca Ariola, Alessandro Cappiello, Antonio Costante, Salvatore Di Tuoro, Giuseppe Esposito, Massimiliano Giardino, Valentina Ilardo, Roberto Giuseppe Imperatore, Carmela Mollo, Roberta Paparo, Irene Passarelli, Alessandro Petrazzuolo, Luigi Pone, Enrico Rizzo, Pasquale Romano, Rosa Santoro.

SHARE