Claudio Testera eletto palmese dell’anno

9

Un uomo schivo, sempre lontano dalle luci della ribalta eppure preziosissimo al comune di Palma Campania, nella lotta a quell’emergenza rifiuti che anche grazie a lui, mai ha assunto le dimensioni drammatiche viste in altri contesti. Claudio Testera è stato eletto dalla Pro Loco Pro Palma “palmese dell’anno”. Un premio giunto alla seconda edizione, dopo la vittoria dello scorso anno di Alessia Montanino. La consegna è avvenuta ieri sera, nei locali del Club Calcio Napoli 1974.

Una qualificata squadra di giurati, riunitasi per scegliere l’eccellenza cittadina, il personaggio che con le sue azioni più di tutti si è distinto per quanto fatto su o per Palma Campania, ha attribuito il riconoscimento al responsabile del Centro Educazione Ambientale, per il disinteressato lavoro encomiabilmente svolto ai fini della diffusione della raccolta differenziata, quale strumento imprescindibile a difesa di un territorio mai toccato dal dramma “monnezza”. Non solo, le sue iniziative hanno contribuito, oltre a sensibilizzare la popolazione rispetto ad un modo nuovo di smaltimento dei rifiuti, anche a migliorare il servizio offerto mediante distribuzione di card, codice a barra, dizionario dei rifiuti e l’apposito calendario.

Tanta passione e tanta attenzione per la gente di Palma, nonostante le sue origini settentrionali: «Non ho bisogno di essere palmese – spiega Testera – per dare il mio contributo a questa terra. La mia forma mentis mi impone di dare tutto me stesso a prescindere dal luogo e anche dal colore politico delle varie amministrazioni che si sono succedute in questi anni». Parole che danno la dimensione dello spessore morale, oltre che professionale del personaggio, pienamente confermato dal vice sindaco Sabato Simonetti, presente alla premiazione in rappresentanza dell’amministrazione comunale: «Nell’esercizio delle mie funzioni – spiega Simonetti – ho sempre desiderato di avere al mio fianco tanti Claudio Testera, per l’entusiasmo e l’abnegazione che mette in tutto ciò che fa. Una scelta più felice non poteva esserci. Nessuno più di lui merita questo riconoscimento».

Soddisfatta della serata anche Annarita Recupito, presidente della Pro Loco Pro Palma: «Sono davvero contenta di questa serata – afferma con visibile soddisfazione – condivido in pieno la scelta fatta dalla giuria e sono felice che l’ing. Testera abbia accettato il nostro premio. Del resto, il nostro scopo era proprio quello di far emergere le eccellenze che la nostra terra riesce ad esprimere. Dopo aver premiato una validissima sportiva lo scorso anno, questa volta la scelta è ricaduta su un personaggio che ha dato tanto a Palma Campania senza nessun fine di lucro. Un uomo, non solo un professionista straordinario, le parole pronunciate in questa sede lo confermano ampiamente».

20130220_190502