Parte “Io adotto una regola e tu?”: il parroco spiega il valore della famiglia

0

Nella Celebrazione Eucaristica, con cui si è aperta l’iniziativa “Adotta una regola” di cui avevamo già parlato, il parroco di Santa Maria la Nova, Don Ciccio D’Ascoli ha espresso le sue perplessità riguardo lo stato attuale del valore etico ed educativo delle famiglie e sulle regole che i genitori devono impartire ai propri figli: “La scuola non può fare tutto. Se i giovani d’oggi non hanno valori e punti di riferimento è soprattutto perché manca il valore della famiglia. E’ la famiglia ad essere in crisi, sono i genitori che non sono più gli educatori primari come una volta. Non dovete lasciare i vostri figli parcheggiati davanti alla TV, al pc, nei locali con le macchinette, ai videogiochi per essere più liberi. Se saranno, poi, cittadini ed uomini senza valori la colpa è vostra. E’ più che mai necessario dare una svolta, ritrovare e vivere valori fondamentali come l’amore, la solidarietà, il rispetto delle regole”.

Il sindaco Carmine Esposito, presente alla Santa Messa ha aggiunto: “E’ necessario che le nostre nuove generazioni abbiano modelli positivi a cui ispirarsi e la famiglia ha un ruolo primario nell’educare, come ha detto don Ciccio, al rispetto delle regole fondamentali universalmente riconosciute, come la solidarietà, la legalità, l’accoglienza dell’altro, l’amore per essere certi di formarli e prepararli ad società futura migliore, in cui i valori siano veramente vissuti”.

La DirigeSMessaadottRegola1nte Scolastica del 1° Istituto Comprensivo “Mario de Rosa”, Maria Capone ha spiegato ai tanti presenti le motivazioni e le finalità dell’iniziativa: “E’ un progetto che vede la nostra scuola proiettarsi nel territorio, con il sostegno del sindaco e dell’Amministrazione e con la partecipazione dei commercianti, per interrogare ed interrogarci sull’importanza di seguire le regole e di averle come fondamenta della propria formazione”.