O’ fucarone ‘e Sant’Antuono, tra speranza e tradizione

5

578544_4399714391846_1988384203_n[1]
Non c’è stata alcuna accensione lo scorso 17 gennaio, giorno della tradizionale celebrazione di Sant’Antuono, nonostante il fucarone fosse stato organizzato dai ragazzi dell’Oratorio San Gaspare Bertoni, col patrocinio del Comune di Poggiomarino ed in collaborazione col Forum delle Associazioni.
A causa della forte pioggia l’evento, previsto presso il campetto delle opere parrocchiali Santi Sposi, è infatti stato rinviato a domani, domenica 20 gennaio.
L’accensione del fucarone è prevista per le ore 20. Oltre alle tradizionali degustazioni gastronomiche (pasta e fagioli, vino, panino salsiccia e friarielli) è prevista l’animazione musicale, con balli e canti, nonchè una sorta di Corrida, cui chi vorrà potrà partecipare producendosi in una canzone, un ballo, un’esibizione o qualcosa di strano che sa fare.
Tra un buon piatto di pasta e fagioli fatto in casa ed un bicchiere di vino, riscaldati dal calore del falò propiziatorio dedicato al santo protettore degli animali, si avrà quindi l’occasione di rinnovare una tradizione molto sentita nell’hinterland vesuviano, che riconosceva a questi fuochi una funzione purificatrice e fecondatrice.


SHARE