La corsa alle elezioni dal punto di vista del MIR del sindaco Del Giudice

2

sindaco foto
Alle elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013, tra i vari candidati alla Camera dei Deputati, c’è anche il nome di Antonio Del Giudice, attuale sindaco del Comune di Striano, schierato nelle fila del MIR, il partito dei Moderati Italiani in Rivoluzione, guidato dall’avvocato Gianpiero Samorí.
L’idea del partito è quella di creare non solo un nuovo modo di fare politica , ma anche avere un’evoluzione del centro-destra. Il programma, consultabile sul sito ufficiale del partito, ha come obiettivo principale quello di ridurre il debito pubblico senza gravare sul cittadino e sulle imprese.
Il problema del debito pubblico è che non dà la possibilità allo Stato di poter finanziare dei progetti necessari allo sviluppo del paese, per questo motivo il partito ha elaborato una serie di azioni volte a ridurre tale debito di circa 1000 miliardi di euro attraverso una imposta patrimoniale sui ricchi con un patrimonio finanziario, mobiliare e immobiliare netto superiore ai 10 milioni di euro, ma anche con la requisizione dei patrimoni delle Fondazioni bancarie e non e delle riserve auree e monetarie della Banca Italiana.
Le risorse recuperate dall’abbattimento del debito pubblico potranno essere usate per il rinnovamento scolastico e tecnologico al fine di assicurare un’occupazione giovanile ma anche per rispettare l’ambiente e migliorare la salute di tutti noi.
Un altro obiettivo riguarda lo sviluppo attraverso una riforma fiscale radicale che possa ridurre le imposte e le tasse nazionali e locali al fine di rimuovere qualsiasi giustificazione all’evasione fiscale che ancora oggi è molto alta.

SHARE