Il Pdl replica all’opposizione: “Le bugie hanno le gambe corte”

1

Terzigno, nonostante i tanti problemi che ha dovuto affrontare per decisioni provenienti “dall’alto”, non ha mai vissuto delle stagioni politico-amministrative così intense e produttive, come quella determinata ed espressa dalla grande svolta del sindaco Auricchio Domenico e della sua intera coalizione di maggioranza. Non c’è un settore della vita pubblica cittadina che non abbia ricevuto l’interessamento del primo cittadino e delle giunte comunali da lui dirette, a partire dal primo insediamento del giugno 2007.

PUC, SCUOLE, EDIFICI PUBBLICI, CIMITERO, PIAZZE, STRADE, RETE FOGNARIA, RETE METANIFERA, NETTEZZA URBANA, NUOVO PIANO DI CIRCOLAZIONE STRADALE CON AGGIORNATO SISTEMA DI SEGNALETICA, INFORMATIZZAZIONE DEI  SERVIZI COMUNALI,  PROSSIMA APERTURA DEL PLESSO DELLA  “CITTA’ DEI BAMBINI” CON ANNESSO MUSEO ARCHEOLOGICO, PROSSIMI LAVORI PER CENTRO POLIVALENTE SPORTIVO DI BOCCIA AL MAURO, EVENTI VARI, ECC. :

-SONO QUESTI I “POCHI” ARGOMENTI, LE “POCHE” SOLUZIONI, LE “MINIME” OPERE, LE “SCADENTI” REALIZZAZIONI DI CUI PARLA UN’INESISTENTE OPPOSIZIONE?-

 

Si saranno potuti commettere anche degli errori di fronte a questa “marea” di problemi che si sono dovuti necessariamente affrontare, ma affermare che l’amministrazione  Auricchio sia stata e sia incapace di gestire politicamente la “Cosa pubblica”,  ci sembra davvero ingeneroso oltre che “allucinante”!

E’ davvero sorprendente, oltre che stupefacente, ascoltare e leggere ciò che si è sentito dire e scrivere in queste ultime ore, da parte di chi non si è mai degnato di una – ripetiamo, una!-  proposta o indicazione utile per i terzignesi, che, tra l’altro, vengono considerati  dai “piddini”  locali, dall’alto di una  “loro presunta superiorità morale e politica”, sic!, come cittadini incapaci di vedere, osservare, capire e partecipare.

Inoltre, parlano di aumenti dei costi della gestione comunale a carico della collettività, mentendo spudoratamente e “mischiando le carte in tavola!”:

1)   I 7000 euro annui dell’aumento dei costi di gestione della intera giunta comunale non sono altro che una integrazione finanziaria, per una difficoltosa valutazione dei compensi dovuti al sindaco ed agli assessori, in seguito ai tagli apportati in bilancio. Quindi, nessun aumento agli amministratori, anzi, un taglio netto delle loro indennità del 10% rispetto all’anno precedente;

2)   nessun aumento dei costi della gestione dei rifiuti, ma solo uno spostamento della “stessa cifra” impiegata da un capitolo all’altro dello stesso settore;

3) non è possibile addebitare alcuna colpa sul fenomeno in aumento del randagismo e sui conseguenziali  costi per l’affidamento dei cani;

4) l’aumento proposto per la Gestione dei servizi di tesoreria dalla responsabile dell’Area finanziaria del Comune è per una somma che si aggirerebbe intorno ai 4000 euro annui, a fronte di richieste di aumenti ben più sostanziosi di altri “gestori di tesoreria” attivi in altri Comuni;

5) l’aumento dei costi per il mantenimento dei servizi socio-sanitari(ospedalizzazioni, ricoveri, accertamenti, ecc.), per persone affette da gravi disabilità, sono dovuti al riscontro del numero maggiore, rispetto agli anni precedenti, di tali pazienti giustamente “assistiti”.

Quindi, come si può bene constatare da questo necessario quadro riassuntivo e chiarificatore , non un solo centesimo in più è stato chiesto e propinato  ai  cittadini terzignesi, con le variazioni di bilancio apportate nell’ultimo consiglio comunale del 28 dicembre scorso presso la Sede comunale.

Il massimo, però, del tragi-comico comunicativo si riscontra nell’affermazione che i “media” locali non parlino “nel modo dovuto” delle vicende terzignesi, nascondendo chissà quali “verità scomode”: Ma lorsignori “democratici”- si,proprio così!- sono attenti nella lettura dei resoconti locali della “Pravdina stabiese-torrese”  o de “Il Mattino”, o forse sono privilegiati nella lettura di “edizioni ” ad personam o ad partitum,  a noi ignote?

Ma fateci il piacere!, per non dire “ Ma va là!”, altrimenti ci accusereste pure di fare del becero “razzismo leghista”.

In ogni caso, auguri a voi della redazione, a tutti i vostri lettori, ed a tutti i terzignesi, anche a quei pochi che non vogliono imparare che “le bugie hanno le gambe corte”!

Consiglieri comunali Felice Avino e Arcangelo Manzo – Pdl Terzigno

comune-terzigno


SHARE