“Gennaio napoletano”, il nuovo evento Furorart

9

Un “Gennaio napoletano”per riscoprire i sapori, le tradizioni, la musica di una millenaria ed intramontabile cultura. Furorart, il cenacolo culturale promosso da Francesca Cozzolino propone il suo secondo evento, in collaborazione con “Drug Store”, la Libreria Guida Nola e il circolo Passpartout presieduto da Maria Magistro.

La napoletanità nei suoi molteplici e poliedrici aspetti è il filo rosso che lega gli eventi curati in questo mese di gennaio per riscoprirne, in maniera piacevole, i suoi profondi significati e valori.

Si comincia domenica prossima, 13 gennaio, alle ore 21.30 con “La Napoli misteriosa e burlesca”. Un appuntamento che propone la tradizionale posteggia napoletana con chitarra e mandolino. I momenti musicali saranno alternati dalla rievocazione di storie e personaggi da parte di alcuni attori. Un percorso di storie e figure emblematiche come o’ munaciello, a’ bell ‘mbriana, Parthenope,Virgilio, Donna Anna, Provvidenza, la Leggenda dell’avvenire e alcune poesie  tratte dal repertorio classico napoletano, in particolare di De Filippo. I racconti, invece, sono tratti dal libro “Leggende napoletane”di Matilde Serao e saranno drammatizzate da Franco Nappi e Emilia Esposito de “Il Demiurgo”, accompagnati dai musicisti, Nicola Chiacchiera alla chitarra- e Pino Noto al mandolino.

Giovedì 17 gennaio alle ore 20,30 avremo la presentazione del libro “Niente finisce mai”di Franco De Luca che propone tre storie legate a Napoli e al peculiare spirito partenopeo. L’evento è curato dal circolo Passpartout della libreria Guida di Nola, presieduto da Maria Magistro.

A seguire la cena in compagnia dell’autore con un percorso di degustazione di tre birre con la formula “ad ogni racconto il suo gusto”. De Luca accompagnerà il momento gastronomico con altri racconti ed aneddoti sulla napoletanità

Per venerdì 18 gennaio invece è in programma una serata dedicata alle tammorre ed ai canti popolari ed è curato dagli “Scacciapensieri” per un appuntamento tra “tarallucci e vino”.

Domenica 20 gennaio sarà, invece, la volta della “ Napoli comica e sentimentale” con le storie di “Feliciello”, cantore itinerante, che allieterà il pubblico con esilaranti racconti della tradizione napoletana, ma anche con alcune tra le più belle poesie di Totò. La serata sarà curata in questo caso da Felice Cassese e Ilaria Tizzano, accompagnati da Paolo Damiano alla chitarra.

Giovedì 24 gennaio ore 20,30 il programma propone la presentazione del libro “MangiaNapoli. 180 cose da mangiare a Napoli almeno una volta nella vita”di Amedeo Colella . La serata è a cura del circolo culturale  Passpartout della libreria –Guida Nola presieduto da Maria Magistro e rappresenta un vero e proprio viaggio nella gastronomia napoletana più succulenta e sconosciuta. A seguire , cena ad hoc con l’autore con piatti descritti nel libro e degustazione di babà. Colella  racconterà piccoli aneddotti e curiosità, frutto di un’attenta ricerca storico-gastronomica

A calare il sipario su questo ricco programma di eventi sarà, venerdì 25 gennaio, “Peppe O’ Blues: una vita napoletana nelle cui vene scorre il blues”. Una chiusura di alto profilo con un artista raffinato che da sempre riesce a contaminare la musica napoletana con le sonorità blues.

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno al Drug Store a Saviano fucina delle iniziative culturali di Furor Art.“Il nostro obiettivo – dichiara Francesca Cozzolino mente e braccio di  Furorart – è riuscire a presentare una proposta culturale accattivante che sappia coniugare diversi elementi culturali, per creare un mix accattivante atto alla riscoperta delle tradizioni, della nostra terra coniugando gli aspetti culturali e culinari”.

primo evento furorart nella foto Francesca Cozzolino


SHARE