Primo consiglio comunale, bagarre tra gli schieramenti

5

Avevamo anticipato che il primo consiglio comunale, del governo Catapano, sarebbe stato molto movimentato, viste le agguerrite rivalità tra le due opposte fazioni. Ebbene, come da previsione, cosi è stato, anche se nessuno poteva prevedere la chiusura  anzitempo del civico consesso per continue proteste dell’ex Sindaco, Antonio Agostino Ambrosio.

Una sala consiliare gremita fino all’inverosimile, con tanti cittadini desiderosi di vedere all’opera la nuova giunta Comunale difendersi dalla ferrea opposizione dell’ex primo cittadino di San Giuseppe Vesuviano. Erano presenti nell’aula tutti i componenti della maggioranza, oltre  i tecnici Pietro Ferraro, il dentista Gino Ambrosio, il vice sindaco Dolores Leone. Mentre per l’opposizione erano presenti , l’ex sindaco dott. Agostino Ambrosio, il dott. Ambrosio Antonio, Agostino Casillo , Antonio Borriello, Nunzio Zurino, Santorelli Francesco.

Nella serata, tra la confusione generale , il neo Sindaco munito della fascia tricolore, ha fatto il suo formale giuramento, così come da prassi, a cui è seguita la votazione, come presidente del Consiglio Comunale, che ha visto prevalere il dott. Nello Dilorenzo, mentre Giuseppe Menzione sarà il suo vice.  Si è tenuto fuori invece Agostino Ambrosio. Antonio Borriello,  poi, è stato nominato membro della Commissione Elettorale.

Un Consiglio Comunale all’insegna di un’ostruzionismo continuo da parte dell’ex Sindaco Ambrosio che inveisce continuamente contro il neo presidente del Consiglio, reo di non avergli dato la parola, come da regolamento. Si susseguono poi momenti concitati e si registrano molti dissensi tra una folla strabocchevole, commenti popolari che non fanno altro che alimentare una tensione di per se già alta. Il presidente del Consiglio, concede al consesso civico una breve pausa in attesa che si ritorni alla normalità nella sala e che ognuno metta da parte i bollenti spiriti.  Si riprende a seguire il programma dell’ordine del giorno, sperando che ritorni la calma, ma anche la ripresa è altrettanto infausta, in quanto si continua sulla falsariga di prima Si è in piena  bagarre, mentre lascia l’aula il dott.Antonio Ambrosio. Finalmente, con toni pacati, prende la parola il dott.Antonio Agostino Ambrosio, il quale  sottolinea “lo spettacolo più indecoroso che San Giuseppe Vesuviano ricordi. Una conduzione faziosa del consiglio comunale e che ha scritto una pagina vergognosa, che bollerà i lavori di questo civico consesso”. Ha posto poi l’accento sul fatto che gli è stato vietato di parlare in modo arbitrario ed ha promesso di agire nelle sedi competenti  per tutelare il lavoro del consiglio comunale e verificare se c ‘ è stato abuso.

A seguire hanno espresso il loro pensiero sia Agostino Casillo che Antonio Borriello, i quali all’unisono hanno dichiarato: «La nostra opposizione sarà costante, vigileremo affinchè il lavoro di questa amministrazione venga svolto nel modo corretto nel pieno rispetto delle regole». Subito dopo una breve tregua, si riaccende la bagarre, che vede il presidente del Consiglio Comunale, visto il clima incandescente, ravvisare la necessità di sospendere la seduta per turbativa(ore 23,35). Il prossimo consiglio comunale è fissato per  il 20 Gennaio 2013, sperando che si svolga in un’atmosfera diversa da quella attuale.


SHARE