Polisportiva San Giuseppe raggiunta sul gong finale

6

Partita scoppiettante quella disputata tra il Visciano e il San Giuseppe  terminata con il risultato di parità 3-3 , dominata letteralmente dagli ospiti per gran parte della gara, poi, un incredibile calo di concentrazione dei giocatori di mister Prisco, ha fatto registrare un ritorno dei locali che ci hanno creduto fino alla fine agguantando un insperato pareggio sul gong finale, dopo che erano in svantaggio per 3-0.

Inizia subito bene la Polisportiva che già al 3′ minuto a seguito di una veloce azione manca una clamorosa palla gol con Pagano, in giornata no, con la porta completamente sguarnita. Un minuto dopo risponde subito il Visciano con Gambardella il cui tiro da breve distanza viene deviato con bravura da Giugliano. Al 5′ La Polisportiva passa in vantaggio con l’ottimo Beato su un perfetto passaggio di Carbone. Al 15′ sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con Pagano , tutto solo davanti al portiere tira ancora a lato, lo stesso si ripete al 35′ il cui tiro debole, viene intercettato sulla linea di porta dal difensore Isernia a portiere  battuto. Al 40′ la Polisportiva raddoppia ancora con Beato sempre su assist di Carbone. Un minuto dopo è invece il Visciano a fallire una buona occasione con Sepe il cui tiro ravvicinato, colpisce la base del palo e finisce tra le braccia di Giugliano.

Nella seconda frazione di gioco, i locali cercano subito di accorciare le distanze, tanto che al 3′ D’Elia saggia la bravura di Giugliano che si salva in angolo. Al 10′ gli uomini di mister Prisco, segnano il terzo gol sempre con Beato (una tripletta la sua) sempre su assist dell’onnipresente Carbone) ed a questo punto  sembra che la gara sia chiusa, almeno è quanto hanno pensato i giocatori della Polisportiva S.Giuseppe, che si cullano sugli allori e calano vistosamente alla distanza. Cosi, assistiamo  alla remuntada del Visciano che accorcia le distanze prima con Sepe in mischia , portando la sua squadra sul 3-1- al 16 s.t. , lo stesso giocatore al 20′ viene atterrato in area , batte il rigore e lo sbaglia mettendo la palla fuori.

Al 30′ il Visciano accorcia le distanze con D’Elia su passaggio di Sepe, tra  una fitta pioggia, raggiungendo il 2-3 ,ci crede ancora ed in massa si proietta in attacco e proprio sul gong  finale agguanta il rocambolesco pareggio al 45′ con Sepe su classica azione di contropiede, facendo giustamente imbufalire il team manager Ambrosio.


SHARE