La Palmese vede la vetta. Befi, esordio con gol e vittoria

0

Non si arresta la corsa della Palmese. Ancora imbattuti dalla gestione Mazziotti, i rossoneri, con la vittoria di oggi contro il Cicciano, ottenuta col risultato di 2 a 1, si avvicinano ulteriormente alla vetta. Mazziotti lancia subito in campo i nuovi arrivati Befi e Di Luccio.

La Palmese inizia subito bene. Dopo dieci minuti di gioco, Manco sfiora la rete direttamente da calcio di punizione, da posizione defilata. Al 17′ è Piccirillo a rendersi pericoloso, ma l’azione si spegne dopo una serie di rimpalli rocamboleschi. Il Cicciano trova la reazione al 25′, quando Apicella ci prova da lontano, senza trovare fortuna. Sul ribaltone di fronte, Befi riesce a smarcarsi per il tiro, ma il portiere Spirito non si fa sorprendere. Al 38′ una nuova offensiva di Befi trova esito più fortunato. L’attaccante salta difensore e portiere e sigla il vantaggio. La prima frazione di gioco si chiude con due azioni pericolose di Piccirillo, il quale però non riesce a firmare il tabellino dei marcatori.

Nel secondo tempo il ritmo cala e bisogna attendere il 62′ minuto per assistere alla prima azione pericolosa. Protagonista l’attaccante del Cicciano, Apicella, la cui conclusione di testa viene salvata dai difensori rossoneri sulla linea. Al 68′, però, l’offensiva ospite riesce a trovare i frutti sperati: Dell’Anno è più lesto di tutti in area e mette a segno il pareggio. Quando ormai i giochi sembrano già fatti e la gara indirizzata verso un quotato pareggio, il difensore rossonero Angieri trova il jolly di testa, facendo scatenare gli infreddoliti , ma temerari tifosi sulla tribuna centrale. A chiudere la gara è un azione di un altro nuovo acquisto rossonero, Portanova, il quale, però, trova la pronta opposizione dell’estremo difensore del Cicciano.

Palmese, quindi, sempre più in alto. Buona la prestazione del nuovo acquisto Befi, condita da una splendida rete. Il centravanti avrà il difficile compito di sostituire Tranfa, ma se il buongiorno si vede dal mattino…


SHARE