Coincidenza tra Ottava di San Biagio e sfilata delle quadriglie: trovato l’accordo!

5

Si era parlato a lungo di commistione tra sacro e profano, di scontro tra esigenze religiose, legate ai festeggiamenti per la sentitissima Ottava di San Biagio, patrono di Palma Campania e l’altrettanta sentita ricorrenza del carnevale, appuntamento che coinvolge l’intera comunità, per uno scherzo del calendario capitate nella stessa giornata. Pomo della discordia, la domenica in cui patrono e quadriglie avrebbero dovuto sfilare tra le strade cittadine. È bastato un po’ di buon senso per far rientrare sul nascere una polemica fortunatamente mai davvero esplosa.

Al termine di una franca ed approfondita riunione tra il Sindaco Vincenzo Carbone, l’assessore con delega al carnevale Filippo Carrella e il presidente della fondazione Matteo Santella, di comune accordo anche con la Confesercenti, rappresentata dal presidente Antonio Mattiello, gli esponenti delle quadriglie, nella persona del dott. Salvatore Addeo e di Raffaele Addeo, il locale forum dei giovani ed esponenti dei locali istituti comprensivi, è giunto l’agognato accordo, che mette definitivamente a tacere ogni voce di screzi o conflitto tra le varie istituzioni.

L’accordo, raggiunto grazie alla fattiva e decisiva collaborazione del parroco della chiesa di San Michele Arcangelo, don Antonio Nunziata, prevede lo spostamento dell’Ottava di san Biagio alla domenica successiva alla sfilata delle quadriglie, che invece rimane nella data prevista, ossia il 10 febbraio. Soddisfazione enorme di tutte le parti in causa per la soluzione trovata. In questo modo i palmesi potranno godere appieno di quelle che forse sono le ricorrenze più sentite in paese.

Ovviamente raggiante, al termine della riunione il Sindaco Carbone: «Permettetemi di ringraziare – afferma il primo cittadino – Don Antonio per la disponibilità e per la collaborazione mostrata in un frangente delicato come questo. È prevalso il senso di responsabilità da parte di tutti ed ancora una volta Palma Campania ha mostrato di saper fare quadrato intorno a quei valori che ne rappresentano l’identità. I valori e le tradizioni su cui si fonda il nostro paese saranno rispettati, due momenti di tale importanza saranno onorati senza che nessuno debba cedere il passo all’altro»


SHARE