Incrocio pericoloso. A via Pianillo urge una rotonda

1

Lo chiamano ormai l’incrocio della morte, quello situato alla fine di Via Pianillo (nella foto). Un’etichetta che, purtroppo, calza a pennello, vista la palese pericolosità che contraddistingue quest’incrocio, spesso oggetto di discussioni, ma  per cui nessuno prende i dovuti provvedimenti, magari realizzando un’adeguata rotonda, che metta in sicurezza la zona in questione, teatro di molti incidenti.

Ultimo della serie, sabato 24 novembre scorso,  quando si è assistito ad uno scontro tra una Scenic e una Panda, con 5 feriti, di cui tre gravi, ricoverati presso  l’ospedale civile di Sarno. Tra i feriti due bambini non gravi, con i loro genitori per fortuna rimasti illesi. Sul posto, sono subito accorsi sia la Polizia di Stato che i vigili Urbani  locali,  per effettuare i rilievi del caso.

Questo tratto, durante il giorno, risulta molto trafficato, specie per chi deve immettersi nel vicino casello di Palma Campania ed imboccare la A30. Di sera poi,  risulta una maggiore pericolosità a causa di una insufficiente illuminazione della zona, diventando davvero un incubo degli automobilisti in transito.

Sorprende molto che, nonostante su questo argomento si siano scritte fiumi di parole, le cose rimangano a libro morto, e chi di dovere rimanga sempre a guardare. In molti però, sperano che il neo Sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, che tanto ne ha parlato in campagna elettorale,  possa realizzare la tanto agognata rotonda,  in modo che si possa ovviare a questo pericolo davvero increscioso.