Azione Sorriso: conclusa in Togo la prima fase del progetto

9

In Togo, nel villaggio di Devegò, a 30 minuti dalla capitale Lomè, nel mese di agosto si è compiuta, con l’acquisto di 2700 mq di terreno e la sua recinzione, la prima fase del progetto “Il Villaggio del Sorriso” della onlus Azione Sorriso, l’associazione umanitaria della provincia di Napoli.

Dopo la firma degli atti notarili, redatti dal notaio della città, per garantire la validità dell’acquisto di quattro lotti e mezzo di terreno, sono immediatamente iniziati i lavori di recinzione dello stesso, con un muro che si estende su circa 260 metri. Incominciare con la recinzione è stata una scelta voluta della onlus per evitare l’impropria sottrazione di terreno, come di frequente accade in questi luoghi.

Gran parte degli abitanti del villaggio hanno preso parte ai lavori: i più giovani hanno costruito a mano i mattoni col fango; le donne, hanno trasportato l’acqua dal pozzo più vicino al sito, servendosi di grosse taniche portate abilmente sulle loro teste.

Quattro, i volontari italiani di Azione Sorriso, recatisi in Togo per seguire i lavori durati l’intero mese di agosto: «E’ stato sorprendente vedere come tutti si siano messi all’opera – ricorda uno dei volontari – anche i bambini hanno contribuito, con la gioia dei loro sorrisi, prendendo parte alla grande festa di accoglienza, organizzata dal villaggio per noi ospiti. E’ difficile capire – continua – per chi non ha mai messo piede sulla Terra rossa: l’Africa è condivisione, solidarietà, vissuta in lunghe giornate, più lunghe di quelle a cui noi occidentali siamo abituati, perché il ritmo è lento, la gente è paziente, la fretta non esiste… dove uomini, donne e bambini hanno, in primis, da lottare instancabilmente per la sopravvivenza e dove – afferma ancora – anche costruire mattoni fa sperare!».

“Il Villaggio del Sorriso” è il nome scelto dai volontari della onlus che ospiterà bambini abbandonati e orfani. La missione di Azione Sorriso non prevede solo di dare un tetto e un pasto ai futuri piccoli abitanti, ma, suo principale obiettivo è di proteggere i bambini indifesi dai traffici illegali, perché spesso sono vittime di sfruttamento in piantagioni di mais e arachidi, se non addirittura vittime del commercio degli organi e del sangue, piaga molto diffusa nel nostro villaggio.

Conclusa la prima fase del progetto, si inizierà prossimamente con lo scavo di un pozzo, in grado di fornire l’acqua necessaria alla successiva costruzione del centro di accoglienza e garantire nel tempo l’igiene dei bambini che vi abiteranno. Presto un nuovo gruppo di volontari ritornerà in Togo, per l’inizio dei lavori di costruzione della casa di accoglienza, la cui realizzazione sarà possibile solo grazie al contributo di tanti amici sostenitori.

‘’Il sogno dei bambini orfani di Devegò è ora una realtà grazie ad Azione Sorriso’’: queste le parole del Capo del Villaggio.

 


SHARE