Scatta il toto-sindaco

6

È tempo di decisioni importanti per i diversi schieramenti politici presenti a San Giuseppe Vesuviano. Il 28 ed il 29 ottobre si tornerà ai seggi per eleggere il nuovo primo cittadino. Da giorni, in città, è scattato il toto-sindaco. Ci sono già nomi certi, ma l’incertezza generale è ancora tanta.

Certa la candidatura di Agostino Casillo, 29enne appartenente al gruppo di “Vovenueva” (collettivo da anni impegnato nel sociale), che punterà ad “una politica nuova”. Ancora tutto da decidere sul versante del centrosinistra. Il nome più caldo sembrerebbe essere quella di Dora Francese (Pd) e già antagonista, nelle ultime elezioni, dell’ex sindaco Ambrosio.

Tre, invece,  i nomi provenienti dal centrodestra. Il primo è quello dell’ex assessore Antonio Ambrosio, sostenuto dall’ex sindaco e suo omonimo Antonio Agostino Ambrosio. Proprio quest’ultimo, ha espresso, alla nostra redazione, il suo pensiero sulle imminenti elezioni e la sua posizione: «Non c’è nulla da sorprendersi sulla data decisa per le elezioni.  Le votazioni si svolgeranno nella sessione autunnale, come prevede la legge. Personalmente sosterrò il dott. Antonio Ambrosio, già assessore alle finanze, professionista di grande livello e uomo umile e generoso. A tale scopo, io mi candiderò al consiglio comunale. Dalle elezioni mi aspetto il ripristino della democrazia partecipata, che manca da tanto a San Giuseppe Vesuviano.  Su questo tema non basterebbero fiumi di inchiostro per decifrarne le vere cause».

Altro papabile alla poltrona di primo cittadino è Vincenzo Catapano (ex An, ora Pdl), che con le sue denunce contribuì allo scioglimento del consiglio. Il terzo nome potrebbe essere quello di Ivan Casillo, già sindaco fino al 2002.

Tutto resta comunque ancora in ballo, con colpi di scena che non sono da escludersi.


SHARE